SACS

Servizio di Ascolto e Consultazione per Studenti

Il SACS, Servizio di Ascolto e Consultazione per Studenti, istituito nel 1991, rappresenta lo sportello di counseling per i numerosi problemi che gli studenti si trovano ad affrontare durante il loro percorso universitario. Lo studente si presenta al SACS per problemi legati al corso di studio, come la difficoltà a preparare un esame o a superarne un altro, una possibile conflittualità e incomprensione con qualche docente, una difficoltà di ambientamento nella realtà universitaria soprattutto se studente fuori sede o straniero. Altre volte lo studente si presenta per uno stato di demoralizzazione a causa di fatti personali e di demotivazione, conseguenti a scarsi soddisfazioni accademiche. Spesso lo stato d'animo non sereno a sua volta induce una riduzione della memoria e della concentrazione con difficoltà nello studio. 
Lo studente è invitato anche a segnalare disorganizzazioni nella strutturazione della didattica, cui a volte è possibile far risalire le sue difficoltà accademiche. Gli operatori sapranno consigliare la persona alla quale rivolgersi per segnalare eventuale punti critici.

Lo studente è invitato pertanto a non perdere tempo, a non esitare nel chiedere aiuto quando si sente in difficoltà rivolgendosi agli amici, ai docenti e al SACS. Lo studente puo’prenotare un colloquio al numero telefonico presente alla voce CONTATTI del sito, successivamente  incontrerà un operatore e, dopo aver firmato il consenso nel rispetto della privacy, illustrerà il problema che lo ha indotto a chiedere aiuto.
La finalità degli incontri è quella di lenire la sofferenza psicologica per i problemi della vita e di aiutarlo a capire le cause di un'eventuale difficoltà di apprendimento, che potrebbe essere all'origine di un rallentamento del suo percorso universitario. 
Durante i colloqui, se opportuno, verranno dati semplici insegnamenti per l'auto gestione dell’ansia o si programmeranno gruppi  per la gestione dell’ansia in occasione degli esami.  
L’equipe del Sacs è in contatto con i docenti, con i rappresentanti degli studenti e con i tutor senior per cercare di ridurre gli ostacoli che possono presentarsi durante la vita universitaria.

Il servizio è gratuito ed è aperto a tutti gli studenti dell’ateneo.  
Lo staff è composto da Counsellor esperti e da giovani medici in formazione della scuola di specializzazione in Psichiatria, che volontariamente prestano la loro opera durante il loro percorso formativo.
Dopo l’evento sismico del 6 aprile 2009 lo sportello ha riorganizzato la propria attività sulla base delle nuove esigenze degli studenti. Oltre a continuare ad interessarsi del rendimento accademico e delle problematiche legate allo studio come già era stato fatto in passato, il Servizio ha rivolto particolare attenzione alle condizioni di vita, al benessere psicologico degli studenti che sono stati esposti al sisma in giovane età e al loro grado di adattamento ad una città che è in continuo divenire alla ricerca della sua identità.

Sono inseriti, come allegati, delle semplici scale di valutazione dell’ansia e dello stato depressivo in modo che lo studente possa abituarsi ad un'auto valutazione e sia in grado di chiedere tempestivamente una consulenza per affrontare i vari problemi e condividerli con gli operatori del servizio.